admin/ Dicembre 2, 2011/

Dimensione Arte

Lungo l’argine

Fulgida splende sulla terra bruna
la sciabola dorata del canneto;
placido scorre il tenero ruscello
in un inverno che non vuol finire.

Il tronco nudo aspetta primavera,
che rechi lievi fiori e dolci frutti;
scuotono l’acqua, nella lunga attesa,
due bianche paperelle intirizzite.

Oh Dio, che sei nei Cieli e in ogni dove,
mandaci ancora un segno: la carezza
del vento puro della prima sera,
che spazzi via l’angoscia e la tristezza;

Donna Su Filo Fate Di Da Abiti Misura Artigianale BergamoSartoria BorWdeCx

che l’anima risvegli intorpidita,
che porti nuove stelle, nuova vita.

di Isabella Sordi

Con questa poesia, la nostra professoressa Isabella Sordi è stata premiata al Premio Poetico Internazionale “Laudato si’ o mi’ Signore” 2° edizione anno 2011

Share this Post